SLOVENIA E ISTRIA, PASQUA LAST MINUTE

Week end

Isolette, castelli e paesini arroccati sulle colline: le coinvolgentti proposte del Piccolo Tiglio

Slovenia

Slovenia

Le vacanze di Pasqua sono ormai dietro l’angolo. E’ il momento di  scegliere dove andare per staccare la spina e trascorrere qualche giorno di relax  (ma anche non troppo lontano) senza però svenarsi e  accendere un mutuo in banca per fare fronte ai prezzi. Mete perfette sotto tanti profili possono essere Slovenia e Istria croata, entrambe a due passi dalla frontiera orientale di Tarvisio e Trieste, piccole ed accoglienti, per tradizione votate all’ospitalità a causa della loro posizione intermedia di passaggio, ricche di attrattive di ogni genere potendo spaziare dal mare alla montagna e dove si mangia e si beve divinamente bene spendendo il giusto, e dove infine ogni albergo degno di tal nome dispone di piscine, saune, massaggi, trattamenti e quant’altro per il benessere psicofisico, nella nazione con la maggior densità europea di terme e casinò.

Slovenia, draghi a Lubiana

Slovenia, draghi a Lubiana

L’operatore “il Piccolo Tiglio” (tel. 0381 72 098, www.ilpiccolotiglio.com), dal 1980 specialista per ogni tipo di vacanza in tutte le repubbliche dell’ex Jugoslavia, ha allestito una selezione di una ventina di proposte pasquali last minute in diverse località della Slovenia e dell’Istria, nel nord della Croazia, in confortevoli strutture ricettive a 3, 4 e 5 stelle, quasi tutte dotate di beauty e fitness center di vario genere, in località di elevato interesse turistico, con costi per noi italiani assolutamente allettanti e competitivi.  Tutte le offerte sono basate su 2 e 3 notti in doppia, con mezza pensione e libero utilizzo delle strutture, con soluzioni ideali per coppie, famiglie con bambini e gruppi di amici.e Informazioni anche via e-mail ad info@ilpiccolotiglio.com, prenotazioni presso le migliori agenzie di viaggi.

Slovenia, LubianaA titolo di esempio si può scegliere Bled, la romantica località adagiata sulle rive del grande lago omonimo tra le Alpi Giulie e le Karavanke ad appena 39 km da Tarvisio, elegante stazione climatica della nobiltà asburgica fin dal 1850, con lago e alberghi alimentati da sorgenti termali calde ad appena 20 km dalla piste di sci di Kranjska Gora, il maggior comprensorio sciistico sloveno, dove effettuare le ultime discese di stagione.  Tre notti in un tranquillo 4 stelle sul lago, vicino a casinò, night club e stadio del ghiaccio, dotato di solarium, palestra sauna e piscina, costano 220 euro, due notti 149; tre notti in un 3 stelle con centro fitness e piano bar costano 148 euro, due 105.  Situata al centro del paese, la capitale Lubiana (94 km da Trieste) si presenta come un’elegante cittadina mitteleuropea, più asburgica che balcanica, piena di chiese gotiche e di palazzi liberty, tagliata in due dal fiume Ljubljanica. In questa piccola ma vivace capitale a misura d’uomo si respira cultura e buon gusto in ogni angolo, con cartelloni di manifestazioni da fare invidia a metropoli ben più importanti, nonché negozi e gallerie d’art assai raffinati. Per tre notti in un hotel 3 stelle in pieno centro, ideale per famiglie con bambini, con un ottimo rapporto qualità/posizione/prezzo, si spendono 180 euro, per due 135.  Una suggestiva isoletta su un fiume da cartolina,  a metà strada tra Lubiana e Zagabria e a 158 km da Trieste, ospita il più romantico e meglio conservato castello della Slovenia, quello di Otocec,  medievale del 1250 con rifacimenti rinascimentali cinquecenteschi, uno dei pochi esclusivi Relais & Chateaux sloveni.  Se volete regalarvi una vacanza in buona compagnia da ricordare nel tempo, questo rappresenta l’indirizzo giusto:  soltanto 12 sontuose camere e 4 suites cariche di storie (e di leggende),  con sale da banchetti degne di un castellano dove si possono gustare piatti prelibati di selvaggina, accompagnati da migliori vini e serviti in costumi d’epoca. Nelle immediate vicinanze sorge un centro sportivo e termale con saune, piscine e centro fitness, ma si può usufruire  pure dei non lontani complessi termali di Smarjeske e Dolenjske Toplice, nonché di svagarsi con tennis, golf, maneggio, mongolfiera e pesca, oppure effettuare escursioni culturali.  E per alloggiare in questo maniero da favola non dovrete neppure spendere un patrimonio: per due notti in doppia (in singola neppure a pensarci) si spendono 220 euro, per tre 320.

Oppure si può puntare a sud attraverso la solatia Istria – tempio dell’enogastronomia più genuina e ruspante, fino ad Opatija (Abbazia in italiano), 77 km da Trieste, assieme alla vicina Fiume/Rijeka ubicate alla sommità del golfo del Quarnaro.  Opatija è una cittadina elegante, disseminata di ville, di alberghi e di edifici ottocenteschi stile belle èpoque con curati giardini, località balneare preferita dell’aristocrazia viennese all’epoca dell’impero austro-ungarico, con un verde lungomare pieno di ottimi ristoranti e un clima invidiabile.  Qui si può alloggiare in un confortevole 3 stelle  (tre notti con mezza pensione e bevande a 142 euro, due notti a 99), oppure in un elegante 5 stelle dotato di beauty center e fitness center (3 notti a 255 euro, due a 187).  Infinite le possibilità di mete turistiche: dalla costa alle isole del Quarnaro, all’Istria interna con castelli e paesini medievali arroccati sulle colline, fino a costeggiare tutta l’Istria adriatica, toccando Pola con il suo ricco patrimonio di architettura romana e l’accogliente parco nazionale delle isole Brioni, ex  residenza del maresciallo Tito.  Sulla via del rientro in Italia sosta di prammatica sul Carso sloveno per la visita in trenino delle sempre scenografiche Grotte di Postumia, le più famose d’Europa.

Testi e foto di Giulio Badini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Articoli recenti