Slovenia, benessere alle terme

Turismo

Regalatevi un weekend nel castello di Otocec

Slovenia , terme

Slovenia , terme

Krka è un nome importante per le terme in Slovenia. Indica un fiume carsico della Doleniska, o Bassa Carniola, la regione centro meridionale a sud della capitale Lubiana, corto ma spettacolare e bucolico con le sue cascate e le rive naturali tra boschi e coltivi, oltre a quello della più importante industria farmaceutica nazionale e il marchio Terme Krka comprende due importanti centri termali e due alberghi di rilievo, tutti nella valle del fiume a breve distanza l’uno dall’altro.  Doleniske Toplice, in una spettacolare ansa del Krka, rappresenta una più antiche terme slovene, attive fin dal 1658;  oggi è un elegante e moderno complesso, pieno di eleganti palazzi asburgici e un’atmosfera fin de siècle, con tre confortevoli alberghi ed altrettante diverse spa dove si compiono diversi tipi di trattamenti, compreso un bagno turco giapponese e una sauna per naturisti. Notevoli le possibilità di svago e culturali, anche nei dintorni, dove si possono visitare chiese, abbazie, monasteri, castelli, gallerie d’arte e grotte, oltre alla città di Novo Mesto. Assai più piccola e discreta, quasi famigliare, Smarieske Toplice, il cui centro benessere offre un programma relax che unisce aromaterapia, body wrap, bagni venotonici e criomassaggio.  L’Hotel Sport è un moderno 4 stelle dotato di un ampio complesso sportivo e di beauty-fitness center – compreso un campo da golf a 9 buche – ubicato proprio davanti al romantico castello di Otocec.  Quest’ultimo, situato su un’isoletta in mezzo al fiume Krka, è uno dei castelli più famosi della Slovenia, seicentesco con elementi tardogotici e rinascimentali, e ospita uno dei più eleganti e raffinati hotel e ristoranti del paese, il Grand Hotel Otocec & Golf, 5 stelle facente parte dei Relais&Chateaux; una cena di selvaggina e una notte al castello, dove tutto sa di storia, costituiscono un’esperienza indimenticabile e, tutto sommato, accessibile a chiunque.

Slopvenia, skike

Slopvenia, skike

La Slovenia, lo sanno tutti, è famosa in Europa per le sue terme.  Su un territorio più piccolo della Lombardia, la giovane repubblica concentra infatti una ventina di articolati centri termali e un numero in costante crescita di alberghi dotati di spa e di strutture fitness e wellness, alimentati da 87 sorgenti minerali calde e non, che attingono l’acqua di antichi apparati vulcanici sotterranei sepolti 20 milioni di anni fa sotto quel mare pannonico che per milioni d’anni ha occupato buona parte dell’Europa centro-orientale.  Queste acque, ricche di sostanze minerali di vario genere (e a volte anche di idrocarburi) dai benefici effetti terapeutici, assieme al clima, all’aria non inquinata, al sole e al cibo, ad attività fisiche e ad altri fattori curativi come fanghi, torba, alghe e sali minerali, costituiscono il nucleo dell’offerta termale slovena, distribuita uniformemente dalla costa adriatica fino ai confini orientali con Austria, Ungheria e Croazia, tutte località raggiungibili in meno di tre ore di autostrada da Trieste, alcune anche ad appena mezz’ora.  Che le sorgenti termali slovene fossero salutari se ne erano già accorti i Romani, poi nel 1300 i contadini locali, le cui donne ringiovanivano nonostante una vita faticosa, quindi la nobiltà viennese, austroungarica e poi mitteleuropea che nell’800 cominciò a frequentarle assiduamente a scopo benefico e di svago.  Complessivamente nel paese le terme (toplice in sloveno) e i centri benessere (zdravilisce) totalizzano 14.500 posti letto e 43.000 metri quadrati di  superfici acquatiche delle piscine coperte e non, il che ne fa la nazione europea con maggiore concentrazione termale. Il livello qualitativo dei servizi specialistici offerti ed il loro costo contenuto e decisamente competitivo rispetto all’Italia e ad altre nazioni, costituiscono uno dei motivi di richiamo per i turisti italiani, secondi per afflusso solo agli austriaci.  Non è per nulla un caso se ogni tre pernottamenti compiuti negli alberghi sloveni, uno avvenga in strutture termali.  Occorre tenere presente che in Slovenia vige il concetto mitteleuropeo delle  terme:  non tanto un luogo di cura riservato ad invalidi, anziani ed ammalati,  quanto una destinazione di vacanza, di svago e di relax dove si può fare anche qualcosa per conservare e migliorare il benessere, la forma e la salute, prevenendo i malanni.  Tutte le terme slovene hanno predisposto dei programmi comuni di wellness, cioè di benessere, per puntare a stare bene sia fisicamente che mentalmente.  In estrema sintesi essi si basano congiuntamente su alimentazione, movimento, riposo e trattamenti estetici.

Slovenia, piscina termale

Slovenia, piscina termale

L’operatore “il Piccolo Tiglio” (tel. 0381 72 098, www.ilpiccolotiglio.com) è dal 1980 lo specialista per ogni tipo di vacanza in tutte le nazioni dell’ex Jugoslava.  In accordo con Terme Krka propone per tutti i fine settimana dell’autunno, da ottobre a dicembre compresi (ponti e Natale esclusi) dei  soggiorni liberi individuali (o per gruppi precostituiti) con base nelle tre strutture termali, dedicati ad una remise en forme con tagliando psicofisico, a prezzi davvero promozionali. Due notti in doppia con mezza pensione in un elegante 4 stelle costano infatti da 99 euro (tre notti da 145), in un 4 stelle superiore rispettivamente 145 e 185 euro. Le quote comprendono pasti a buffet, Wi-Fi in camera, bimbo gratis fino a 6 anni in camera con due adulti, bimbi da 6 a 14 anni sconto 50 % in camera con due adulti, serata danzante ogni sabato,  libero uso delle strutture fitness, sessioni di yoga, libero uso delle piscine termali e idromassaggi, ginnastica mattutina in piscina, bagni notturni, camminate nordiche con istruttore, accesso libero alle diverse saune (miele, erbe, cioccolata, ecc.), presentazione nuove tecniche di massaggi e sconto 50 % sui trattamenti di benessere.  Sconti proporzionali per gruppi.

Testo e foto di Giulio Badini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Articoli recenti
  • Alle Terme Luigiane , ci si rigenera con acqua e fango
    Benessere
    In Calabria, ad Acquappesa, cure con le acque sulfuree salsobromoiodiche
    Terme Luigiane 2 020 In un angolo di Calabria, in provincia di Cosenza, tra il territorio di Acquappesa e Guardia Piemontese si incontrano le Terme Luigiane,  dove la vacanza diventa cura di sè e la cura diventa vacanza. Qui viene portata avanti una lunga…
  • I Cjarsòns, la tradizione della Carnia
    Enogastronomia
    4 giugno a Sutrio, festa golosa fra i monti del Friuli
    CarniaCjarsòns_Cercivento   I cjarsòns sono il piatto simbolo della Carnia e come la Carnia, verdissima e incontaminata montagna del Friuli, hanno una sorprendente molteplicità di aspetti, tant’è che se ne contano una cinquantina di versioni. Sorta di grandi ravioli in cui…
  • Romania tra arte e natura
    Offerte di viaggio
    Apatam propone un tour nelle terre del Conte Dragula
    rom06m Bran, Castello di Dracula Non si può certo definire la Romania, paese che non gode di un’alta considerazione, come una primaria meta turistica. Quello che sappiamo in genere di lei si limita alle belle spiagge a poco prezzo sul Mar Nero, all’area naturalistica del…